Combattere l'Invecchiamento

on Venerdì, 01 Marzo 2013. on Venerdì, 01 Marzo 2013. Postato in Marianna Tornese

Combattere i segni dell'nvecchiamento in maniera non invasiva

RadioFrequenzaCon il trascorrere degli anni, molto spesso ci si ritrova a dove fare i conti con quella che è la propria genetica, con quelle che sono state le nostre attenzioni nei riguardi della cura della nostra pelle e, perché no, quello che è stato e continua ad essere il nostro stile di vita.
Inevitabilmente, disattenzioni e cattive abitudini vengono ben raccontate da segni, apparentemente indelebili, che segnano, ornano e caratterizzano il nostro viso.

Senza dubbio rughe di vario spessore e profondità possono evidenziarsi distribuendosi dalla zona frontale alla zona mentoniera in proporzione  alla predominanza dell’espressività o del cedimento strutturale, legato alla senescenza. Le rughe d’espressione, normalmente, si localizzano sul terzo superiore del viso o sulle zone periorali, mentre quelle da cedimento strutturale tendono a manifestarsi nelle zone mentoniere o naso geniene. Le cause che determinano l’invecchiamento potrebbero considerarsi come fattori scatenanti di un processo fisiologico complesso. All’interno del nostro organismo vengono prodotte delle molecole definite radicali liberi, ossia molecole che hanno, biochimicamente, un elettrone spaiato e che tendenzialmente tendono a legarsi a qualunque altra struttura molecolare. Il processo di produzione e di inattivazione di tale molecole dovrebbe essere mantenuto costante,ma situazioni sia endogene che esogene ne possono alterare l’equilibrio andando incontro ad un processo che viene definito stress ossidativo. Lo stress ossidativo, oggi, rappresenta una fondamentale causa dell’ invecchiamento,che ci fa guardare allo specchio con un’espressione pensierosa, forse, delusa. Cosa si può fare quando questo meccanismo galoppa più veloce del tempo ? Esiste la prevenzione che permette un rallentamento di tale processo ed i rimedi quando i segni sono già comparsi da tempo. Ad oggi un buon rimedio che potrebbe catturare anche l’attenzione degli agofobici è la RadioFrequenza.
La radiofrequenza bipolare frazionale è una nuova tecnica di resurfacing che permette di trattare rughe e lassità cutanea senza ricorrere all’ utilizzo di tecniche minimamente invasive. Il meccanismo si basa sul rilascio, attraverso degli elettrodi ,di energia a radiofrequenza , provocando una zona di ablazione del tessuto con  riscaldamento del tessuto sub-dermico che determina una ristrutturazione del collagene.
La combinazione dell’ablazione con il riscaldamento dermico, garantisce un assottigliamento delle rughe sottili e profonde ed un miglioramento della tessitura cutanea.
Il protocollo prevede 5-10 sedute con cadenza di una volta a settimana e la durata del trattamento è di circa 20-30 min. I risultati sono ottimali con grande soddisfazione di pazienti che lo hanno già testato.

Per informazioni 085/8943217

Comments (0)

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.

  • Dott. Donato Zizi
  • Dott..ssa Marianna Tornese