Autotrapianto Capelli

on Lunedì, 18 Febbraio 2013. on Lunedì, 18 Febbraio 2013. Postato in Dott. Donato Zizi

Stato dell'Arte e Nuove Frontiere

capelliI capelli rappresentano uno dei particolari estetici più caratterizzanti della persona. Talmente caratterizzanti anche quando mancano; se dovessimo descrivere per esempio Bruce Willis, la prima cosa che diremmo è  “quell' attore senza capelli” ! E' ovvio quindi che quando cominciano a diradarsi si generano ansie e disagio con influenze negative, a volte, sull'autostima.

Oggi per fortuna abbiamo dei trattamenti molto efficaci per proteggere i capelli e rinfoltire zone diradate.

Iniziamo dalla causa più comune che determina perdita di capelli: l'alopecia androgenetica, la classica calvizie dell'uomo ma che, in un 20-30% dei casi può interessare anche la donna. Come suggerisce il nome ha cause genetiche e si trasmette con i cromosomi, soprattutto con il cromosoma X. Fino a qualche hanno fa non avevamo soluzioni, oggi per fortuna abbiamo 2 farmaci, la Finasteride ed il Minoxidil che sono in grado di rallentare enormemente la progressione della patologia ed in qualche caso dare anche dei miglioramenti qualitativi. Il Minoxidil si applica come lozione, la Finasteride si assume per via orale. Entrambi i farmaci vanno assunti sotto stretta prescrizione e controllo medico; assolutamente da evitare acquisti via Internet che possono rivelarsi estremamente pericolosi. Sono gli unici 2 farmaci con azione anti-alopecica riconosciuta. Altri tipi di trattamenti possono avere un effetto solo coadiuvante, anche se la cosmesi e' di fondamentale importanza per esaltare le caratteristiche estetiche del capello.

E per quei capelli ormai spariti ? Quando il follicolo e' atrofizzato non esistono cure in grado di rigenerarlo, però possiamo provare a reintegrarlo con L'Autotrapianto.
Il Microautotrapianto dei capelli consiste nel prelievo di follicoli dalla zona occipitale (non soggetta a calvizie) per poi reinnestarli nelle zone che necessitano di rinfoltimento. Si tratta di un trapianto Autologo, cioè il paziente stesso si “dona” i follicoli. Il prelievo si può fare in 2 modi: tecnica FUT, che consiste nel prelievo di un lembo di cute da cui vengono poi isolati i follicoli da trapiantare, e la tecnica FUE in cui i follicoli vengono prelevati direttamente. Con quest' ultima metodica non ci sono punti di sutura e gli esiti cicatriziali sono praticamente invisibili. Una seduta di Autotrapianto dura in media 4 h e si esegue in anestesia locale. Con una singola sessione si possono trapiantare anche 5-6.000 capelli. La densità che si raggiunge con un trapianto e' ovviamente inferiore alla densità naturale ma, grazie a tecniche chirurgiche estremamente sofisticate i risultati possono essere estremamente positivi e naturali. Anche i costi si sono notevolmente abbassati rispetto a qualche anno fa.

E quali sono le prospettive future nella terapia della Calvizie ? Il futuro sicuramente ci riserverà enormi sorprese, basti pensare alla tecnica della Clonazione o all'ingegneria genetica. Sarà possibile moltiplicare le cellule staminali del follicolo per “creare” letteralmente nuovi capelli, oppure modificare le sequenze del DNA che determinano la calvizie androgenetica. Il bello e' che, nonostante le apparenze fantascientifiche, il futuro e' davvero dietro l'angolo e non passeranno moltissimi anni prima che queste metodiche siano disponibili su vasta scala.  
                    
Per informazioni 085/8943217

Comments (0)

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.

  • Dott. Donato Zizi
  • Dott..ssa Marianna Tornese